Strumenti  

   

CAMPAGNA "TANTE DIVERSITA’ UGUALI DIRITTI"

All’interno della Settimana contro la violenza e la discriminazione, promossa dal Ministero dell’Istruzione insieme al Dipartimento per le Pari Opportunità tramite l’Unar, sono stati presentati, il 9 ottobre 2013, in anteprima, i materiali della  Campagna “Tante Diversità Uguali Diritti”. Materiali che, seppure non esaustivi, offrono un quadro delle linee di azione fin qui seguite dal Miur, di alcune azioni future e dei principi ispiratori, tematizzando 5 aree di intervento.
 
Il modello pedagogico di riferimento è un modello inclusivo che oggi apre nuove frontiere ed accoglie bisogni emergenti.
 
Per questo, all’interno della campagna Tante diversità. Uguali diritti, esito dell’impegno di tanti anni, sono trattati temi delicatissimi, quali la violenza di genere e l’omofobia, il razzismo su base etnica e religiosa,la discriminazione e il bullismo, usando modalità creative e inusuali e cercando il sostegno di tutti i produttori di cultura, perché ci affianchino in questo straordinario impegno.
 
In un’ottica educativa, di supporto all’impegno degli insegnanti, dei Dirigenti, del personale ATA, accanto alle famiglie, per rendere i ragazzi padroni della propria dimensione emotiva con il duplice obiettivo di accompagnarli ad un’interlocuzione serena con gli adulti e di realizzare un nuovo patto tra adulti e adolescenti.
Il Materiale proposto in pdf alle scuole è, dunque, una sorta di “rapporto” alla Comunità e nello stesso tempo uno strumento di lavoro per chi affronta queste sfide quotidianamente e vuole progettare percorsi di educazione, sensibilizzazione e formazione relativi alle tematiche in oggetto.
 
Bullismo
 
Inclusione
 
Integrazione
 
Omofobia
 
Pari opportunità

8 Novembre 2013, MILANO Inaugurazione di un bene confiscato alla criminalità organizzata

Venerdì 8 novembre 2013 alle ore 12 nel Comune di Milano in via Santa Marcellina, 4 l'Associazione Vittime del Dovere inaugura, in un bene confiscato alla criminalità organizzata dato in concessione dal Comune di Milano, un Centro di assistenza per il sostegno psicologico ai familiari dei caduti e agli invalidi vittime del dovere, del terrorismo, della criminalità organizzata e ai reduci delle missioni di pace in missione.

Grazie al progetto è stata costituita una rete territoriale di scuole per l’attivazione di campagne di sensibilizzazione e di prevenzione sui temi della legalità e di percorsi formativi in collaborazione con le Forze dell’Ordine.

Il progetto è stato ideato in collaborazione con il MIUR all’interno del Piano Nazionale Più Scuola Meno Mafia e realizzato con il supporto del Centro di Ricerca sulle Dinamiche Evolutive ed Educative (CRIdee) presso il Dipartimento di Psicologia dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e con il Centro Studi Vittime SARA del Dipartimento di Psicologia, Seconda Università degli Studi di Napoli.

Locandina

Comunicato stampa

Articolo

4 Novembre 2013, RAI SCUOLA - LEGALITAG "PIU' SCUOLA MENO MAFIA"

RAI SCUOLA - LEGALITAG "PIU' SCUOLA MENO MAFIA"

4 novembre 2013 , ore 11 - canale 146 del digitale terrestre


Verranno presentate le attività promosse dalle scuole della Rete nazionale "PIU' SCUOLA MENO MAFIA".

In particolare:
- verrà presentata l’esperienza di partecipazione attiva di docenti ed alunni dell’ I.I.S.S. “Francesco Saverio Nitti” al progetto europeo “Tabby in Internet” promosso dal Dipartimento di Psicologia della Seconda Università degli Studi di Napoli.

- sarà intervistata Emanuela Piantadosi, Presidente dell'Associazione Vittime del Dovere Onlus che presenterà le attività realizzate in collaborazione con la Rete Più scuola meno mafia.

VEDI LA PUNTATA

Comunicato stampa I.I.S.S. "F.S. Nitti" di Napoli

16 settembre 2013 - Firmato protocollo d'intesa MIUR - Regione Campania

 

Il Ministro Maria Chiara Carrozza e il Presidente della Regione Campania Stefano Caldoro hanno sottoscritto il Protocollo d’intesa “Progetti di impiego dei beni confiscati alla criminalità organizzata ai sensi del D.LGS. N159 del 6 settembre 2011”.
Il Protocollo d’intesa ha lo scopo di reimpiegare in modo efficace e funzionale agli interessi della collettività e attraverso progetti di utilizzo specifico i beni confiscati alla criminalità organizzata sul territorio della Regione Campania.
In particolare, l’intesa è finalizzata alla realizzazione e allo sviluppo di progetti di educazione alla legalità promossi dal MIUR e dalla Regione Campania con il diretto coinvolgimento delle Istituzioni scolastiche del territorio attraverso Accordi di reti tra Scuole e/o reti interistituzionali nel rispetto dei principi di autonomia scolastica.

Protocollo d'intesa MIUR - Regione Campania

 

10 ottobre 2013 - Smart education e technology days - 3 giorni per la scuola - Città della Scienza Napoli 9.10.11 ottobre 2013

Smart Education & Technology Days - 3 giorni per la scuola -Città della Scienza - 9.10.11 ottobre 2013


Alla convention nazionale del mondo della scuola, giunta alla XI edizione, per la sezione conferenze e seminari, il 10 ottobre 2013, dalle ore 11.30 nella Sala Averroè si terrà la conferenza: IL PROGETTO TABBY IN INTERNET. Un progetto europeo per la prevenzione del rischio di cyberbullismo e cybervittimizzazione: l’esperienza dell’I.I.S.S. F.S. Nitti di Napoli.

Programma Smart education e technology days - 3 giorni per la scuola - Città della Scienza Napoli 9.10.11 ottobre 2013

Programma conferenze e seminari 10 ottobre 2013

NittiTube

18 settembre 2013 - Firmato Protocollo d'intesa M.I.U.R. - Regione Siciliana

Il Ministro Maria Chiara Carrozza e il Presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta hanno sottoscritto il Protocollo d’intesa “Progetti di impiego dei beni confiscati alla criminalità organizzata ai sensi del D.LGS. N159 del 6 settembre 2011”.
Il Protocollo si inserisce nell’ambito delle numerose iniziative che l’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata ha avviato – all’interno dell' Accordo stipulato con il MIUR - al fine di una più rapida utilizzazione degli immobili confiscati alla criminalità e di sviluppare una stretta collaborazione con tutti i potenziali destinatari dei beni.
La Regione Siciliana e il MIUR attraverso la Rete di scuole “Più scuola meno mafia”, intendono avviare per fini di istruzione e di formazione una collaborazione strutturata volta a offrire ai giovani del territorio opportunità formative e culturali, attraverso il riutilizzo dei beni confiscati alla criminalità organizzata.
Il protocollo intende dare impulso all’attuazione dei progetti di rilevante interesse culturale e sociale elaborati dalle istituzioni scolastiche che hanno come oggetto i beni resi disponibili dall’Agenzia Nazionale, attraverso la Rete “Più scuola meno mafia”.

Protocollo d'intesa MIUR - REGIONE SICILIANA

RASSEGNA STAMPA:

Il Mattino di Sicilia

Ansa

 

 
   

logo miur_url

   

Media Gallery  

   
Copyright © 2017 www.piuscuolamenomafia.it. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.