Strumenti  

   

Expo 2015: "I prodotti tipici tra sostenibilità, sicurezza alimentare e legalità" ad Altamura

Expo 2015: "I prodotti tipici tra sostenibilità, sicurezza alimentare e legalità" ad Altamura (BA)

All'Antica Masseria di Altamura (BA), bene confiscato alla criminalità organizzata, si terrà  il 15 gennaio 2015 alle ore 11 la tavola rotonda “I prodotti tipici tra sostenibilità, sicurezza alimentare e legalità”, uno dei sette eventi di avvicinamento all'EXPO 2015 del progetto #filieriintelligenti.
Il progetto #filieriintelligenti è stato avviato dai Giovani di Confagricoltura e di Federalimentare e dal Consiglio Nazionale delle Ricerche, in partnership con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, rappresentato dalla Rete Nazionale degli Istituti Agrari e degli Istituti Alberghieri (RENISA e RENAIA), con l’Unione Università del Mediterraneo e con Italiacamp.
Contestualmente, alla presenza del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini, verrà inaugurato il bene confiscato  “Antica Masseria” nella quale sarà realizzato il progetto F.O.R.T.E.  – Formazione, Orientamento, Reinserimento, Tutorship, Empowerment – che prevede la costituzione di un Centro per il contrasto alla dispersione scolastica, per la formazione in alternanza scuola-lavoro, per il supporto a giovani con disagio. 
La scelta di incontrarsi e confrontarsi, in un luogo sottratto alla criminalità organizzata e destinato dall’Agenzia Nazionale dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata (ANBSC) al MIUR, è coerente con la mission della Rete di scuole “Più scuola meno mafia”, che ha come finalità prioritaria l’utilizzazione dei beni confiscati per la realizzazione di progetti di educazione alla legalità e di formazione in alternanza scuola-lavoro, finalizzati al contrasto della dispersione scolastica e alla creazione di opportunità occupazionali per i giovani.
L’evento è, infatti, finalizzato a promuovere percorsi di collaborazione tra il mondo dell’istruzione, dell’università e della ricerca e il mondo imprenditoriale sui temi della qualità dei prodotti agro alimentari e della sostenibilità produttiva, per dar vita a una filiera agroalimentare trasparente che sia garanzia per il consumatore e risponda alle esigenze di un sano sistema economico territoriale nel quale i giovani possano trovare spazi di inserimento lavorativo.
Un impegno forte e deciso per definire una strategia che sarà la bussola per orientare e coordinare le azioni, gli strumenti e gli obiettivi di tutti gli attori coinvolti.
La tavola rotonda vedrà protagonisti rappresentanti delle istituzioni ed esperti che affronteranno i vari aspetti del tema tra i quali l’Italian sounding e la lotta alle frodi alimentari, gli strumenti della certificazione di qualità, i progetti di riutilizzo dei beni sottratti alle agromafie. 
Hanno già aderito all’invito Stefano Vaccari - Capo Dipartimento MIPAAF, Francesco Divella - Presidente Giovani Imprenditori di Federalimentare, Domenico Airoma - Procuratore aggiunto del Tribunale di Napoli Nord, Raffaele Maiorano -  Presidente ANGA Giovani di Confagricoltura.

Fonte: TuttoscuolaFOCUS
   

logo miur_url

   

Media Gallery  

   
Copyright © 2017 www.piuscuolamenomafia.it. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.